NESSUNO HA MAI SENTITO LA VOCE DEL PADRE!

NESSUNO HA MAI SENTITO LA VOCE DEL PADRE!

Gesù Cristo, dentro al Tempio di Gerusalemme, parlando con i Giudei del Padre, ha detto che, NESSUNO ha mai UDITO la sua voce, e NESSUNO ha mai VISTO le sue sembianze.

-Giovanni 5:37-39 E il Padre che mi ha mandato, ha Egli stesso reso testimonianza di me. La sua voce, voi non l’avete mai udita; e il suo sembiante, non l’avete mai veduto; 38 e la sua parola non l’avete dimorante in voi, perché non credete in colui ch’Egli ha mandato. 39 Voi investigate le Scritture, perché pensate aver per mezzo d’esse vita eterna, ed esse son quelle che rendon testimonianza di me;”

Gesù Cristo ha detto altre volte, ai Giudei, che nessuno ha MAI VISTO il Padre. Leggiamo:

-Giovanni 1:18Nessuno ha mai veduto Iddio; l’unigenito Figliuolo, che è nel seno del Padre, è quel che l’ha fatto conoscere.

-Giovanni 6:46Non che alcuno abbia veduto il Padre, se non colui che è da Dio; egli ha veduto il Padre.”

-Giovanni 8:54,55 “Gesù rispose: S’io glorifico me stesso, la mia gloria è un nulla; chi mi glorifica è il Padre mio, che voi dite esser vostro Dio, 55 e non l’avete conosciuto; ma io lo conosco, e se dicessi di non conoscerlo, sarei un bugiardo come voi; ma io lo conosco e osservo la sua parola.”

-Giovanni 17:25,26 Padre giusto, il mondo non t’ha conosciuto, ma io t’ho conosciuto; e questi hanno conosciuto che tu mi hai mandato; 26 ed io ho fatto loro conoscere il tuo nome, e lo farò conoscere, affinché l’amore del quale tu m’hai amato sia in loro, ed io in loro.”

-1Giovanni 4:12Nessuno vide giammai Iddio; se ci amiamo gli uni gli altri, Iddio dimora in noi, e l’amor di Lui diventa perfetto in noi.”

Anche l’Apostolo Paolo conferma che, NESSUNO uomo ha mai visto Dio, riferendosi a Dio Padre:

-1Timoteo 1:17 “Or al re dei secoli, immortale, invisibile, solo Dio, siano onore e gloria ne’ secoli de’ secoli. Amen.”

-1Timoteo 6:16 “il quale solo possiede l’immortalità ed abita una luce inaccessibile; il quale nessun uomo ha veduto né può vedere; al quale siano onore e potenza eterna. Amen.”

Come potete vedere, secondo le parole del Signore Gesù e quelle dell’Apostolo Paolo, NESSUNO uomo ha mai VISTO Dio, il Padre, ed anche, NESSUNO uomo ha mai UDITO la sua voce. Quindi se NESSUNO uomo ha mai VISTO o UDITO la voce del Padre del nostro Signore Gesù Cristo, DOBBIAMO chiederci: CON CHI hanno parlato gli uomini nell’Antico Testamento, partendo dalla Genesi fino al profeta Malachia? Sappiamo dalle scritture che in tanti hanno sentito la voce di Dio e tanti hanno dialogato con Lui. Come Adamo ed Eva, Caino, Noè, Abrahamo, Isacco, Giacobbe, Mosè, i settanta profeti sul Monte Horeb, Isaia e tutti gli altri profeti e servitori di Dio. Siccome la lista dei versetti è lunghissima, riporterò solo alcuni passi significativi, in modo da farvi comprendere meglio, di cosa stiamo parlando. Leggiamo:

1) Con chi hanno parlato Adamo ed Eva? E l’Eterno Iddio chiamò l’uomo e gli disse: ‘Dove sei?’ E quegli rispose: 10 ‘Ho udito la tua voce nel giardino, e ho avuto paura, perch’ero ignudo, e mi sono nascosto’. 11 E Dio disse: ‘Chi t’ha mostrato ch’eri ignudo? Hai tu mangiato del frutto dell’albero del quale io t’avevo comandato di non mangiare?’ 12 L’uomo rispose: ‘La donna che tu m’hai messa accanto, è lei che m’ha dato del frutto dell’albero, e io n’ho mangiato’. 13 E l’Eterno Iddio disse alla donna: ‘Perché hai fatto questo?’ E la donna rispose: ‘Il serpente mi ha sedotta, ed io ne ho mangiato’.” (Genesi 3:9-13)

2) Con chi ha parlato Caino? E l’Eterno disse a Caino: ‘Dov’è Abele tuo fratello?’ Ed egli rispose: ‘Non lo so; sono io forse il guardiano di mio fratello?’ 10 E l’Eterno disse: ‘Che hai tu fatto? la voce del sangue di tuo fratello grida a me dalla terra. 11 E ora tu sarai maledetto, condannato ad errar lungi dalla terra che ha aperto la sua bocca per ricevere il sangue del tuo fratello dalla tua mano. 12 Quando coltiverai il suolo, esso non ti darà più i suoi prodotti, e tu sarai vagabondo e fuggiasco sulla terra’. 13 E Caino disse all’Eterno: ‘Il mio castigo è troppo grande perch’io lo possa sopportare. 14 Ecco, tu mi scacci oggi dalla faccia di questo suolo, ed io sarò nascosto dal tuo cospetto, e sarò vagabondo e fuggiasco per la terra; e avverrà che chiunque mi troverà mi ucciderà’. 15 E l’Eterno gli disse: ‘Perciò, chiunque ucciderà Caino, sarà punito sette volte più di lui’. E l’Eterno mise un segno su Caino, affinché nessuno, trovandolo, l’uccidesse.” (Genesi 4:9-15)

3) Chi ha parlato con Noè e i suoi figliuoli? Poi Dio parlò a Noè e ai suoi figliuoli con lui, dicendo: 9 ‘Quanto a me, ecco, stabilisco il mio patto con voi e con la vostra progenie dopo voi, 10 e con tutti gli esseri viventi che sono con voi: uccelli, bestiame, e tutti gli animali della terra con voi; da tutti quelli che sono usciti dall’arca, a tutti quanti gli animali della terra.” (Genesi 6:8-10)

4) Con chi ha parlato Abramo? E l’Eterno apparve ad Abramo e disse: ‘Io darò questo paese alla tua progenie’. Ed egli edificò quivi un altare all’Eterno che gli era apparso. (Genesi 12:7

E l’Eterno disse ad Abramo, dopo che Lot si fu separato da lui: ‘Alza ora gli occhi tuoi e mira, dal luogo dove sei, a settentrione, a mezzogiorno, a oriente, a occidente.” (Genesi 13:14)

E l’Eterno disse: ‘Siccome il grido che sale da Sodoma e Gomorra è grande e siccome il loro peccato è molto grave, 21 io scenderò e vedrò se hanno interamente agito secondo il grido che n’è pervenuto a me; e, se così non è, lo saprò’. 22 E quegli uomini, partitisi di là, s’avviarono verso Sodoma; ma Abrahamo rimase ancora davanti all’Eterno. 23 E Abrahamo s’accostò e disse: ‘Farai tu perire il giusto insieme con l’empio?” (Genesi 18:20-23

E come l’Eterno ebbe finito di parlare ad Abrahamo, se ne andò. E Abrahamo tornò alla sua dimora. (Genesi 18:33)

5) Con chi ha parlato Mosè nel deserto, a “faccia a faccia”, per circa quaranta anni, e di chi erano le sembianze che Mosè ha visto, anche se solo di spalle, sul Monte Horeb?

-“E l’Eterno vide ch’egli s’era scostato per andare a vedere. E Dio lo chiamò di mezzo al pruno, e disse: ‘Mosè! Mosè!’ Ed egli rispose: ‘Eccomi’. 5 E Dio disse: ‘Non t’avvicinar qua; togliti i calzari dai piedi, perché il luogo sul quale stai, è suolo sacro’. 6 Poi aggiunse: ‘Io sono l’Iddio di tuo padre, l’Iddio d’Abrahamo, l’Iddio d’Isacco e l’Iddio di Giacobbe’. E Mosè si nascose la faccia, perché avea paura di guardare Iddio.(Esodo 3:4-6) 

-“Allora Mosè disse a DIO: Ecco, quando andrò dai figli d’Israele e dirò loro: “Il DIO dei vostri padri mi ha mandato da voi”, se essi mi dicono “Qual’ è il suo nome?”, che risponderò loro?. 14 DIO disse a Mosè: “IO SONO COLUI CHE SONO”. Poi disse: “Dirai così ai figli d’Israele: “L’IO SONO mi ha mandato da voi”. 15 DIO disse ancora a Mosè: “Dirai così ai figli d’Israele: “L’Eterno il DIO dei vostri padri, il DIO di Abrahamo, il DIO d’Isacco e il DIO di Giacobbe mi ha mandato da voi. Questo è il mio nome in perpetuo. Questo sarà sempre il mio nome col quale sarò ricordato per tutte le generazioni”.” (Esodo 3:13-15)

Or l’Eterno parlava con Mosè faccia a faccia, come un uomo parla col proprio amico; poi Mosè tornava al campo; ma Giosuè, figliuolo di Nun, suo giovane ministro, non si dipartiva dalla tenda.” (Esodo 33:11)

Mosè disse: ‘Deh, fammi vedere la tua gloria! 19 E l’Eterno gli rispose: ‘Io farò passare davanti a te tutta la mia bontà, e proclamerò il nome dell’Eterno davanti a te; e farò grazia a chi vorrò far grazia, e avrò pietà di chi vorrò aver pietà’. 20 Disse ancora: ‘Tu non puoi veder la mia faccia, perché l’uomo non mi può vedere e vivere’. 21 E l’Eterno disse: ‘Ecco qui un luogo presso a me; tu starai su quel masso; 22 e mentre passerà la mia gloria, io ti metterò in una buca del masso, e ti coprirò con la mia mano, finché io sia passato; 23 poi ritirerò la mano, e mi vedrai per

di dietro; ma la mia faccia non si può vedere’.” (Esodo 33:18-23)

-“E l’Eterno disse: ‘Ascoltate ora le mie parole; se v’è tra voi alcun profeta, io, l’Eterno, mi faccio conoscere a lui in visione, parlo con lui in sogno. 7 Non così col mio servitore Mosè, che è fedele in tutta la mia casa. 8 Con lui io parlo a tu per tu, facendomi vedere, e non per via d’enimmi; ed egli contempla la sembianza dell’Eterno. Perché dunque non avete temuto di parlar contro il mio servo, contro Mosè?’(Numeri :12:6-8)

6) Isaia chi ha visto e sentito? “Nell’anno della morte del re Uzzia, io vidi il Signore assiso sopra un trono alto, molto elevato, e i lembi del suo manto riempivano il tempio. 2 Sopra di lui stavano dei serafini, ognun de’ quali aveva sei ali: con due si copriva la faccia, con due si copriva i piedi, e con due volava. 3 E l’uno gridava all’altro e diceva: Santo, santo, santo è l’Eterno degli eserciti! Tutta la terra è piena della sua gloria! 4 Le porte furono scosse fin dalle loro fondamenta dalla voce di loro che gridavano, e la casa fu ripiena di fumo. 5 Allora io dissi: ‘Ahi, lasso me, ch’io son perduto! Poiché io sono un uomo dalle labbra impure, e abito in mezzo a un popolo dalle labbra impure; e gli occhi miei han veduto il Re, l’Eterno degli eserciti!’ 6 Ma uno de’ serafini volò verso di me, tenendo in mano un carbone ardente, che avea tolto con le molle di sull’altare. 7 Mi toccò con esso la bocca, e disse: ‘Ecco, questo t’ha toccato le labbra, la tua iniquità è tolta e il tuo peccato è espiato’. 8 Poi udii la voce del Signore che diceva: ‘Chi manderò? E chi andrà per noi?’ Allora io risposi: ‘Eccomi, manda me!’”. (Isaia 6:1-8)

Come potete vedere, tutti questi versetti che, abbiamo appena letto, dicono chiaramente che: tutte queste persone hanno PARLATO con DIO, con l’ ETERNO, ed alcuni lo hanno anche VISTO.

Però, secondo le parole che ha detto Gesù agli Ebrei, nel Tempio di Gerusalemme, NESSUNO ha mai udito la voce del Padre e NESSUNO lo ha mai visto. Ed anche, secondo quello che ha detto l’Apostolo Paolo, a Timoteo, che: Dio Padre nessun uomo lo ha mai visto né lo può vedere, perchè: “abita una luce inaccessibile”.

A questo punto, come potete vedere da queste scritture, molti uomini hanno parlato con Dio. Però, secondo le parole di Gesù, nessuno ha mai udito la voce del Padre. Questo vuol dire che, tutte queste persone hanno si parlato con Dio, MA NON HANNO PARLATO CON DIO PADRE.

Allora vediamo allora, con chi hanno parlato. La risposta ce l’ha da la scrittura stessa:

Giovanni dice: “Nel principio era la Parola, e la Parola era con Dio, e la Parola era Dio. 2 Essa era nel principio con Dio. 3 Ogni cosa è stata fatta per mezzo di lei; e senza di lei neppure una delle cose fatte è stata fatta.” (Giovanni 1:1-3)

Come potete vedere la scrittura dice che: nel principio della creazione, LA PAROLA era INSIEME a Dio, e che LA PAROLA ERA ANCHE DIO, e che ogni cosa, (di tutta il creazione), è stata creata per mezzo della Parola, e anche che, senza la Parola, niente è stato creato. Questo vuol dire che: Colui che nel principio disse: “sia la luce”, o “facciamo l’uomo a nostra immagine e somiglianza…” (Genesi 1:3 e 26), è stata la Parola ha parlare e a creare ogni cosa. Infatti come vedremo, da alcuni versetti elencati qui sotto, confermano quello che ha scritto Giovanni, riguardo alla Parola. Inoltre Giovanni fa anche capire che, nel principio della creazione, c’erano DUE PERSONE DISTINTE, chiamate Dio, NON Dii ma Dio. Questo ci fa comprendere, indirettamente, che la Deità in cui noi crediamo è una Unità composita, cioè la Deità è composta da più Persone, distinte tra di loro, ma della stessa natura Divina. Per essere più chiari, la Deità, Dio è una TRI-UNITA’, tre Persone distinte tra Loro, ognuno con una sua personalità, che formano UN SOLO ed UNICO DIO. Infatti la Deità è composta dal PADRE, che nessuno ha mai visto o sentito, dalla PAROLA che, come vedremo è stato visto e sentito, e dallo SPIRITO SANTO. (Anche dello Spirito Santo le scritture spiegano bene che, ha una Sua personalità.)

Ora vediamo di capire meglio cosa dicono le scritture a proposito della Parola, tra cui il passo che abbiamo letto di Giovanni:

-Giovanni 1:1-3 “Nel principio era la Parola, e la Parola era con Dio, e la Parola era Dio. 2 Essa era nel principio con Dio. 3 Ogni cosa è stata fatta per mezzo di lei; e senza di lei neppure una delle cose fatte è stata fatta.”

-Salmo 33:6-9 I cieli furon fatti dalla parola dell’Eterno, e tutto il loro esercito dal soffio della sua bocca. 7 Egli adunò le acque del mare come in un mucchio; egli ammassò gli abissi in serbatoi. 8 Tutta la terra tema l’Eterno; lo paventino tutti gli abitanti del mondo. 9 Poich’egli parlò, e la cosa fu; egli comandò e la cosa sorse.”

-Colossesi 1:16,17 poiché in lui sono state create tutte le cose che sono nei cieli e sulla terra; le visibili e le invisibili; siano troni, siano signorie, siano principati, siano potestà; tutte le cose sono state create per mezzo di lui e in vista di lui; 17 ed egli è avanti ogni cosa, e tutte le cose sussistono in lui.”

-Ebrei 11:3 Per fede intendiamo che i mondi sono stati formati dalla parola di Dio; cosicché le cose che si vedono non sono state tratte da cose apparenti.

-Salmo 102:25 Tu fondasti ab antico la terra, e i cieli son l’opera delle tue mani.”

Come potete vedere le scritture dicono chiaramente che, TUTTA la creazione è stata fatta dalla Parola di Dio. Per questo, Giovanni ha detto che senza di lei, (della Parola), niente è stata fatta.

Poi, quando è arrivato il tempo stabilito da Dio, la Parola, la seconda persona della Deità, si è spogliata della sua regalità e si è fatta carne, prendendo forma umana. Leggiamo:

-Filippesi 2:5-8 “Abbiate in voi lo stesso sentimento che è stato in Cristo Gesù; 6 il quale, essendo in forma di Dio non reputò rapina l’essere uguale a Dio, 7 ma annichilì se stesso, prendendo forma di servo e divenendo simile agli uomini; 8 ed essendo trovato nell’esteriore come un uomo, abbassò se stesso, facendosi ubbidiente fino alla morte, e alla morte della croce.

-Giovanni 1:14E la Parola è stata fatta carne ed ha abitato per un tempo fra noi, piena di grazia e di verità; e noi abbiam contemplata la sua gloria, gloria come quella dell’Unigenito venuto da presso al Padre.”

-Colossesi 1:13-17 “Egli ci ha riscossi dalla potestà delle tenebre e ci ha trasportati nel regno del suo amato Figliuolo, 14 nel quale abbiamo la redenzione, la remissione dei peccati; 15 il quale è l’immagine dell’invisibile Iddio, il primogenito d’ogni creatura; 16 poiché in lui sono state create tutte le cose che sono nei cieli e sulla terra; le visibili e le invisibili; siano troni, siano signorie, siano principati, siano potestà; tutte le cose sono state create per mezzo di lui e in vista di lui; 17 ed egli è avanti ogni cosa, e tutte le cose sussistono in lui.”

Dopo tutti questi passi che abbiamo letto, è chiaro che: la Parola, la seconda Persona della Deità, è Colui che ha creato ogni cosa. Non solo questo, ma si comprende bene anche che, la PAROLA è COLUI che ha interagito con con gli uomini, di tutti i tempi, nell’Antico Testamento. Questo spiega perchè Gesù ha detto agli Ebrei che mai NESSUNO aveva sentito o VISTO il Padre. Infatti Gesù NON mentiva, perché sapeva bene che era stata la Parola a parlare con: Adamo ed Eva, con Caino, con Noè, con Abrahamo Isacco e Giacobbe, con Mosè e con tutti i profeti.

Quando Dio ha detto a Mosè: “Io sono Colui che sono”, era la Parola che pronunciava quelle parole. Colui che ha pronunciato il Nome di Dio, il Tetragramma YHWH, non è stato Dio Padre, ma Dio la Parola.

Gesù Cristo sapeva bene che, era stata la Parola ha interagire con gli uomini, prima che si facesse carne, prima che prendesse una forma umana, quella di, (Gesù Cristo il Figliuolo di Dio). Infatti Gesù Cristo quando ha detto che, nessuno aveva mai sentito la voce del Padre, ha detto anche un’altra cosa molto importante, Cioè disse: “Voi investigate le Scritture, perché pensate aver per mezzo d’esse vita eterna, ed esse son quelle che rendon testimonianza di me(Giovanni 5:39) Vedete ? Gesù Cristo ha detto che, le scritture rendono testimonianza di Lui, infatti testimoniano della Parola, testimoniano di Gesù Cristo. Per questo è scritto: “poiché in lui sono state create tutte le cose che sono nei cieli e sulla terra; le visibili e le invisibili; siano troni, siano signorie, siano principati, siano potestà; tutte le cose sono state create per mezzo di lui e in vista di lui; 17 ed egli è avanti ogni cosa, e tutte le cose sussistono in lui.”

(Colossesi 1:16,17). Infatti tutte le scritture rendono testimonianza di Gesù Cristo, della Parola che si è fatta carne.

Per farvi comprendere meglio leggeremo alcuni passi paralleli, del Vecchio e del Nuovo Testamento, dove si evince chiaramente che Colui che parlava con i profeti era Dio la Parola, la seconda persona della Deità, Colui che poi, a suo tempo si è fatto carne, prendendo forma umana in Gesù Cristo, e NON Dio Padre:

1) (L’ETERNO è il Signore dei signori) “poiché l’Eterno, il vostro Dio, è l’Iddio degli dèi, il Signor dei signori, l’Iddio grande, forte e tremendo, che non ha riguardi personali e non accetta presenti, 18 che fa giustizia all’orfano e alla vedova, che ama lo straniero e gli dà pane e vestito.”

-Salmo 136:2,3Celebrate l’Iddio degli dèi, perché la sua benignità dura in eterno. 3 Celebrate li Signor dei signori, perché la sua benignità dura in eterno.” (Deuteronomio 10:17,18)

1) (GESU’ CRISTO è il Signore dei signori) “Costoro guerreggeranno contro l’Agnello, e l’Agnello li vincerà, perché egli è il Signor dei signori e il Re dei re; e vinceranno anche quelli che sono con lui, i chiamati, gli eletti e fedeli.” (Apocalisse 17:14)

-Apocalisse 19:16 “E sulla veste e sulla coscia porta scritto questo nome: RE DEI RE, SIGNOR DEI SIGNORI.”

2) (L’ETERNO è il Re di Israele) Io sono l’Eterno, il vostro Santo, il creatore d’Israele, il vostro Re.” (Isaia 43:15)

-Isaia 44:6 “Così parla l’Eterno, Re d’Israele e suo redentore, l’Eterno degli eserciti: Io sono il primo e sono l’ultimo, e fuori di me non v’è Dio.”

2) (GESU’ CRISTO è il Re di Israele) Giovanni 1:48,49 “Natanaele gli chiese: Da che mi conosci? Gesù gli rispose: Prima che Filippo ti chiamasse, quand’eri sotto il fico, io t’ho veduto. Natanaele gli rispose: Maestro, tu sei il Figliuol di Dio, tu sei il Re d’Israele.

3) (L’ETERNO è lo sposo) “Poiché il tuo creatore è il tuo sposo; il suo nome è: l’Eterno degli eserciti; e il tuo redentore è il Santo d’Israele, che sarà chiamato l’Iddio di tutta la terra.” (Isaia 54:5)

3) (GESU’ CRISTO è lo sposo) “Poiché io son geloso di voi d’una gelosia di Dio, perché v’ho fidanzati ad un unico sposo, per presentarvi come una casta vergine a Cristo.” (2Corinzi 11:2)

4) (L’ETERNO è il Pastore) “L’Eterno è il mio pastore, nulla mi mancherà.” (Salmo 23:1)

-Salmo 80:1 “Porgi orecchio, o Pastore d’Israele, che guidi Giuseppe come un gregge; o tu che siedi sopra i cherubini, fa’ risplender la tua gloria!”

4) (GESU’ CRISTO è il Pastore) “Io sono il buon pastore; il buon pastore mette la sua vita per le pecore. 12 Il mercenario, che non è pastore, a cui non appartengono le pecore, vede venire il lupo, abbandona le pecore e si dà alla fuga, e il lupo le rapisce e disperde. 13 Il mercenario si dà alla fuga perché è mercenario e non si cura delle pecore. 14 Io sono il buon pastore, e conosco le mie, e le mie mi conoscono, 15 come il Padre mi conosce ed io conosco il Padre; e metto la mia vita per le pecore. 16 Ho anche delle altre pecore, che non son di quest’ovile; anche quelle io devo raccogliere, ed esse ascolteranno la mia voce, e vi sarà un solo gregge, un solo pastore.” (Giovanni 10:11-16)

Ebrei 13:20 “Or l’Iddio della pace che in virtù del sangue del patto eterno ha tratto dai morti il gran Pastore delle pecore, Gesù nostro Signore,” –1Pietro 5:4 E quando sarà apparito il sommo Pastore, otterrete la corona della gloria che non appassisce.”

5) (L’ETERNO è il Salvatore) “I miei testimoni siete voi, dice l’Eterno, voi, e il mio servo ch’io ho scelto, affinché voi lo sappiate, mi crediate, e riconosciate che son io. Prima di me nessun Dio fu formato, e dopo di me, non v’è ne sarà alcuno. 11 Io, io sono l’Eterno, e fuori di me non v’è salvatore.(Isaia 43:10,11)

5) (GESU’ CRISTO è il Salvatore) “Ed ella partorirà un figliuolo, e tu gli porrai nome Gesù, perché è lui che salverà il suo popolo dai loro peccati.” (Matteo 1:21)

-Atti 5:30,31 “L’Iddio de’ nostri padri ha risuscitato Gesù, che voi uccideste appendendolo al legno. 31 Esso ha Iddio esaltato con la sua destra, costituendolo Principe e Salvatore, per dare ravvedimento a Israele, e remission dei peccati.”

-Tito 1:4 “a Tito, mio vero figliuolo secondo la fede che ci è comune, grazia e pace da Dio Padre e da Cristo Gesù, nostro Salvatore.”

6) (L’ETERNO è il Redentore) “Non temere, o Giacobbe che sei come un verme, o residuo d’Israele! Son io che t’aiuto, dice l’Eterno; e il tuo redentore è il Santo d’Israele.” (Isaia 41:14)

-Isaia 44:24 “Così parla l’Eterno, il tuo redentore, Colui che t’ha formato fin dal seno materno: Io sono l’Eterno, che ha fatto tutte le cose; io solo ho spiegato i cieli, ho distesala terra, senza che vi fosse alcuno meco;”

6) (GESU’ CRISTO è il Redentore) “e son giustificati gratuitamente per la sua grazia, mediante la redenzione che è in Cristo Gesù,(Romani 3:24)

-Efesini 1:7Poiché in Lui noi abbiamo la redenzione mediante il suo sangue, la remissione de’ peccati, secondo le ricchezze della sua grazia;”

7) (L’ETERNO è il primo e l’ultimo) “Così parla l’Eterno, re d’Israele e suo redentore, l’Eterno degli eserciti: Io sono il primo e sono l’ultimo, e fuori di me non v’è Dio.” (Isaia 44:6)

7) (GESU’ CRISTO è il primo e l’ultimo)io sono il primo e l’ultimo, e il Vivente; e fui morto, ma ecco son vivente per i secoli dei secoli, e tengo le chiavi della morte e dell’Ades.” (Apocalisse 1:14)

-Apocalisse 2:8 “E all’angelo della chiesa di Smirne scrivi: Queste cose dice il primo e l’ultimo, che fu morto e tornò in vita:

8) (L’ETERNO è Colui che hanno trafitto) “E spanderò sulla casa di Davide e sugli abitanti di Gerusalemme lo spirito di grazia e di supplicazione; ed essi riguarderanno a me, a colui ch’essi hanno trafitto, e ne faran cordoglio come si fa cordoglio per un figliuolo unico, e lo piangeranno amaramente come si piange amaramente un primogenito.” (Zaccaria 12:10)

8) (GESU’ CRISTO è Colui che hanno trafitto)ma venuti a Gesù, come lo videro già morto, non gli fiaccarono le gambe, 34 ma uno de’ soldati gli forò il costato con una lancia, e subito ne uscì sangue ed acqua. 35 E colui che l’ha veduto, ne ha reso testimonianza, e la sua testimonianza è verace; ed egli sa che dice il vero, affinché anche voi crediate. 36 Poiché questo è avvenuto affinché si adempisse la Scrittura: Niun osso d’esso sarà fiaccato. 37 E anche un’altra Scrittura dice: Volgeranno lo sguardo a colui che hanno trafitto.” (Giovanni 19:33-37)

-Apocalisse 1:7Ecco, egli viene colle nuvole; ed ogni occhio lo vedrà; lo vedranno anche quelli che lo trafissero, e tutte le tribù della terra faranno cordoglio per lui. Sì, Amen.”

9) (L’ETERNO è il Re di gloria) O porte, alzate i vostri capi; e voi, porte eterne, alzatevi; e il Re di gloria entrerà. 8 Chi è questo Re di gloria? È l’Eterno, forte e potente, l’Eterno potente in battaglia. 9 O porte, alzate i vostri capi; alzatevi, o porte eterne, e il Re di gloria entrerà. 10 Chi è questo Re di gloria? È l’Eterno degli eserciti; egli è il Re di gloria. Sela.(Salmo 24:7-10)

9) (GESU’ CRISTO è il Re di gloria) “Nondimeno fra quelli che son maturi noi esponiamo una sapienza, una sapienza però non di questo secolo né de’ principi di questo secolo che stan per essere annientati, 7 ma esponiamo la sapienza di Dio misteriosa ed occulta che Dio avea innanzi i secoli predestinata a nostra gloria, 8 e che nessuno de’ principi di questo mondo ha conosciuta; perché, se l’avessero conosciuta, non avrebbero crocifisso il Signor della gloria.” (1Corinzi 2:6-8)

10) (Davanti all’ETERNO, ogni ginocchio si piegherà) Volgetevi a me e siate salvati, voi tutte le estremità della terra! Poiché io sono Dio, e non ve n’è alcun altro. 23 Per me stesso io l’ho giurato; è uscita dalla mia bocca una parola di giustizia, e non sarà revocata: Ogni ginocchio si piegherà davanti a me, ogni lingua mi presterà giuramento.” (Isaia 45:22,23)

10) Davanti a GESU’ Cristo, ogni ginocchio si piegherà) Abbiate in voi lo stesso sentimento che è stato in Cristo Gesù; 6 il quale, essendo in forma di Dio non riputò rapina l’essere uguale a Dio, 7 ma annichilì se stesso, prendendo forma di servo e divenendo simile agli uomini; 8 ed essendo trovato nell’esteriore come un uomo, abbassò se stesso, facendosi ubbidiente fino alla morte, e alla morte della croce. 9 Ed è perciò che Dio lo ha sovranamente innalzato e gli ha dato il nome che è al di sopra d’ogni nome, 10 affinché nel nome di Gesù si pieghi ogni ginocchio nei cieli, sulla terra e sotto la terra, 11 e ogni lingua confessi che Gesù Cristo è il Signore, alla gloria di Dio Padre.” (Filippesi 2:5-11)

Come potete vedere, da questi versetti e da tantissimi altri passi, si evince chiaramente che Colui che ha interagito con gli uomini nel, Vecchio Testamento, è stato la Parola, la seconda persona della Deità. La Parola è Colui che quando arrivarono i tempi stabiliti da Dio si è spogliato della sua Maestà e si è fatto carne, prendendo forma umana in Gesù Cristo, il Figliuolo di Dio, morendo sulla croce per i peccati di tutto il mondo, e risuscitando il terzo giorno a cagione della giustificazione di tutti coloro che credono in Gesù Cristo e lo accettano come personale Salvatore. Concludo dicendo che, le scritture stesse confermano che NESSUNO uomo ha mai UDITO la voce del Padre ed anche NESSUNO ha mai VISTO le Sue sembianze, proprio come ha detto il Signore Gesù Cristo agli Ebrei, nel Tempio di Gerusalemme: “E il Padre che mi ha mandato, ha Egli stesso reso testimonianza di me. La sua voce, voi non l’avete mai udita; e il suo sembiante, non l’avete mai veduto.” Anche l’Apostolo Paolo ha confermato che, NESSUNO ha MAI potuto vedere Dio Padre, perché Dio Padre abita una luce inaccessibile: “il quale solo possiede l’immortalità ed abita una luce inaccessibile; il quale nessun uomo ha veduto né può vedere; al quale siano onore e potenza eterna. Amen.”

Chiaramente il discorso è diverso per il Nuovo Testamento, infatti sappiamo, sempre dalle scritture che, la VOCE del Padre è stata SENTITA dagli uomini, in diverse occasioni.

NEL NUOVO TESTAMENTO, LA VOCE DEL PADRE, INVECE VIENE UDITA.

BATTESIMO di Gesù Cristo – Matteo 3:17 “E Gesù, tosto che fu battezzato, salì fuor dell’acqua; ed ecco i cieli s’apersero, ed egli vide lo Spirito di Dio scendere come una colomba e venir sopra lui. 17 Ed ecco una voce dai cieli che disse: Questo è il mio diletto Figliuolo nel quale mi son compiaciuto.”

Marco 1:9-11 “Ed avvenne in que’ giorni che Gesù venne da Nazaret di Galilea e fu battezzato da Giovanni nel Giordano. 10 E ad un tratto, com’egli saliva fuori dell’acqua, vide fendersi i cieli, e lo Spirito scendere su di lui in somiglianza di colomba. 11 E una voce venne dai cieli: Tu sei il mio diletto Figliuolo; in te mi sono compiaciuto.”

Marco 9:7E venne una nuvola che li coperse della sua ombra; e dalla nuvola una voce: Questo è il mio diletto figliuolo; ascoltatelo.”

Luca 3:21,22 “Or avvenne che come tutto il popolo si faceva battezzare, essendo anche Gesù stato battezzato, mentre stava pregando, s’aprì il cielo, 22 e lo Spirito Santo scese su lui in forma corporea a guisa di colomba; e venne una voce dal cielo: Tu sei il mio diletto Figliuolo; in te mi sono compiaciuto.”

TRASFIGURAZIONE – Matteo 17:5 “Mentr’egli parlava ancora, ecco una nuvola luminosa li coperse della sua ombra, ed ecco una voce dalla nuvola che diceva: Questo è il mio diletto Figliuolo, nel quale mi sono compiaciuto; ascoltatelo.”

Luca 9:34,35 “E mentre diceva così, venne una nuvola che li coperse della sua ombra; e i discepoli temettero quando quelli entrarono nella nuvola. 35 Ed una voce venne dalla nuvola, dicendo: Questo è il mio figliuolo, l’eletto mio; ascoltatelo.”

CONFERMA che la voce del Padre è stata UDITA – 2 Pietro 1:18-18 “Poiché non è coll’andar dietro a favole artificiosamente composte che vi abbiamo fatto conoscere la potenza e la venuta del nostro Signor Gesù Cristo, ma perché siamo stati testimoni oculari della sua maestà. 17 Poiché egli ricevette da Dio Padre onore e gloria quando giunse a lui quella voce dalla magnifica gloria: Questo è il mio diletto Figliuolo, nel quale mi sono compiaciuto. 18 E noi stessi udimmo quella voce che veniva dal cielo, quand’eravamo con lui sul monte santo.”

Come potete vedere le scritture stesse confermano le scritture. Quindi ripeto, Colui che ha interagito con gli uomini, nel Vecchio Testamento, dalla Genesi al profeta Malachia, NON è stato Dio Padre, MA la PAROLA, la seconda persona della Deità. Infatti Giovanni ha scritto della Parola: “E la Parola è stata fatta carne ed ha abitato per un tempo fra noi, piena di grazia e di verità; e noi abbiam contemplata la sua gloria, gloria come quella dell’Unigenito venuto da presso al Padre.” (Giovanni 1:14) Per questo motivo l’Apostolo Paolo ha scritto: Filippesi 2:5-8 “Abbiate in voi lo stesso sentimento che è stato in Cristo Gesù; 6 il quale, essendo in forma di Dio non reputò rapina l’essere uguale a Dio, 7 ma annichilì se stesso, prendendo forma di servo e divenendo simile agli uomini; 8 ed essendo trovato nell’esteriore come un uomo, abbassò se stesso, facendosi ubbidiente fino alla morte, e alla morte della croce.” Tutto questo si è avverato in Gesù Cristo, il Figliuolo di Dio. Infatti sappiamo dalle scritture che Gesù Cristo è morto sulla croce, versando il suo sangue per la salvezza delle genti, risuscitando al terzo giorno a cagione della giustificazione, di tutti coloro che crederanno in Lui e lo accetteranno come personale Salvatore.

Giuseppe Palamara

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.