Il giusto giudizio di Dio

 Il giusto giudizio di Dio

giusto-giudizio-di-Dio- piccola

Se Dio ha preparato il fuoco eterno per il diavolo e i suoi angeli (Matteo 25:41), come luogo di punizione eterna, ciò significa che secondo il Suo giudizio essi meritano di passare l’eternità tormentati dal fuoco. E se ha decretato che i codardi, gl’increduli, gli abominevoli, gli omicidi, i fornicatori, gli stregoni, gli idolatri e tutti i bugiardi, devono anch’essi passare l’eternità in questo luogo di tormento (cfr. Apocalisse 21:8), anche questo significa che secondo il Suo giudizio costoro sono meritevoli di questa punizione. Un giudizio ingiusto? Così non sia. Poichè Egli ama la giustizia. Temiamo Dio, fratelli. Egli è un fuoco consumante. A Lui sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

Giacinto Butindaro

Fonte:http://giacintobutindaro.org/2015/09/01/il-giusto-giudizio-di-dio/

Annunci

Il velo: un comandamento con un’applicazione permanente e universale

Il velo: un comandamento con un’applicazione permanente e universale

donne col veloOggi, molti pastori affermano che quello sul velo, dato dall’apostolo Paolo, era solo un consiglio con una applicazione locale e temporanea.

Vediamo quindi cosa dice Paolo ai Corinzi per vedere se le cose stanno come dicono costoro. “Ma io voglio che sappiate che il capo d’ogni uomo è Cristo, che il capo della donna è l’uomo, e che il capo di Cristo è Dio. Ogni uomo che prega o profetizza a capo coperto, fa disonore al suo capo; ma ogni donna che prega o profetizza senz’avere il capo coperto da un velo, fa disonore al suo capo, perché è lo stesso che se fosse rasa. Perché se la donna non si mette il velo, si faccia anche tagliare i capelli! Ma se è cosa vergognosa per una donna il farsi tagliare i capelli o radere il capo, si metta un velo.Poiché, quanto all’uomo, egli non deve velarsi il capo, essendo immagine e gloria di Dio; ma la donna è la gloria dell’uomo; perché l’uomo non viene dalla donna, ma la donna dall’uomo; e l’uomo non fu creato a motivo della donna, ma la donna a motivo dell’uomo. Perciò la donna deve, a motivo degli angeli, aver sul capo un segno dell’autorità da cui dipende. Continua a leggere