Le menzogne insegnate dalle ADI per negare la predestinazione, o meglio per sostenere che ‘il destino se lo crea l’uomo’

Le menzogne insegnate dalle ADI per negare la predestinazione, o meglio per sostenere che ‘il destino se lo crea l’uomo’

INTRODUZIONE

Ogni qualvolta si nega una dottrina biblica, inevitabilmente si devono dire delle menzogne per potere sostenere la propria dottrina antibiblica.

I Cattolici Romani, i Testimoni di Geova, i Mormoni, gli Avventisti del Settimo giorno, e i ‘Gesù solo’, per citare solo alcuni, questo lo mostrano molto bene.

Per esempio i Cattolici Romani per sostenere il primato del vescovo di Roma affermano che Gesù costituì Pietro capo della Chiesa; per sostenere che Maria nacque senza peccato, affermano che l’angelo Gabriele quando le apparve le disse ‘piena di grazia’; per sostenere la perpetua verginità di Maria, dicono che i fratelli di Gesù erano i suoi cugini; per citare solo alcune delle menzogne papiste. E si badi che in alcuni casi per sostenere la menzogna, i teologi papisti hanno manomesso o fatto manomettere certi passi della Scrittura. Continua a leggere

Annunci

Senza la santificazione nessuno vedrà il Signore

Senza la santificazione nessuno vedrà il Signore

senza-santificazione-blog

Fratelli nel Signore, ci sono fra noi dei falsi dottori che hanno trasformato la grazia di Dio in dissolutezza e “con discorsi pomposi e vacui, adescano con le concupiscenze carnali e le lascivie quelli che si erano già un poco allontanati da coloro che vivono nell’errore, promettendo loro la libertà, mentre essi stessi sono schiavi della corruzione; giacché uno diventa schiavo di ciò che l’ha vinto” (2 Pietro 2:18-19).

Costoro hanno introdotto di soppiatto eresie di perdizione, e tra queste eresie c’è pure questa che dice che anche senza la santificazione un credente vedrà il Signore.

Essi infatti insegnano che la seguente esortazione della Scrittura: “Procacciate … la santificazione senza la quale nessuno vedrà il Signore” (Ebrei 12:14), significa che se noi non procacciamo la santificazione nessuno dei peccatori vedrà il Signore o il carattere del Signore in noi; e non che se un credente diventa un ingiusto, un fornicatore, un idolatra, un adultero, un effeminato, un sodomita, un ladro, un avaro, un ubriacone, un oltraggiatore e un rapace Continua a leggere