Non tutti morremo, ma tutti saremo mutati

Non tutti morremo, ma tutti saremo mutati

Non tutti morremo

Al ritorno di Gesù Cristo avrà luogo la resurrezione dei morti in Cristo e il mutamento di coloro che saranno trovati viventi

A proposito della resurrezione dei credenti Paolo dice ai santi di Corinto che “in Cristo saran tutti vivificati; ma ciascuno nel suo proprio ordine; Cristo, la primizia; poi quelli che son di Cristo, alla sua venuta” (1 Cor. 15:22-23), ed ai santi di Tessalonica: “Il Signore stesso, con potente grido, con voce d’arcangelo e con la tromba di Dio, scenderà dal cielo,e i morti in Cristo risusciteranno i primi…” (1 Tess. 4:16). Tra i morti in Cristo che risorgeranno ci saranno anche le anime di coloro che sono stati decollati (decapitati) per la testimonianza di Gesù e per la parola di Dio e di quelli che non hanno adorata la bestia né la sua immagine e non hanno preso il marchio sulla loro fronte e sulla loro mano (cfr. Ap. 20:4).

A proposito invece del mutamento dei viventi sempre Paolo dice ai Tessalonicesi: “… poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo insiem con loro rapiti sulle nuvole, a incontrare il Signore nell’aria; e così saremo sempre col Signore” (1 Tess. 4:17). Continua a leggere

Annunci