IL PADRE NOSTRO – Non tutti possono dire questa preghiera

IL PADRE NOSTRO – Non tutti possono dire questa preghiera

Ci sono DUE cose fondamentali che, i credenti e i non credenti, DEVONO  tenere in mente PRIMA di fare questa preghiera.

IL PADRE NOSTRO

 “Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome; venga il tuo regno; sia fatta la tua volontà anche in terra com’è fatta nel cielo. Dacci oggi il nostro pane cotidiano; e rimettici i nostri debiti come anche noi li abbiamo rimessi ai nostri debitori; e non ci esporre alla tentazione, ma liberaci dal maligno.” (Matteo 6:9-13)  Riv. Luzzi

Primo punto:

Siamo sicuri che tutti possono chiamare Dio, Padre nostro? Secondo la Bibbia NO.

La bibbia insegna che NON tutti gli esseri umani sono figli di Dio. Infatti  leggiamo che gli uomini sono stati creati da Dio.

(Genesi 5:1,2) “Questo è il libro della posterità d’Adamo. Nel giorno che Dio creò l’uomo, lo fece a somiglianza di Dio; 2 li creò maschio e femmina, li benedisse e dette loro il nome di “uomo”, nel giorno che furon creati.”

Quindi da come leggiamo nella Bibbia, che è la Parola di Dio, gli uomini sono creature di Dio. E per poter diventare figliuoli di Dio bisogna che gli uomini si  RAVVEDONO dai propri peccati e CREDERE che Dio ha mandato nel mondo il suo Unigenito Figliuolo Gesù Cristo, per la salvezza degli uomini, morendo sulla croce per i nostri peccati, e che al terzo giorno lo ha risuscitato dai morti, a motivo della nostra giustificazione. Dio ha stabilito, che Gesù Cristo è l’unica Via che porta al cielo, dal Padre, e che è l’Unico Mediatore tra Dio e gli uomini. Continua a leggere

Annunci

La Trinità

La Trinità
foto piccola - trinità-300x300

Come abbiamo dunque visto la Divinità è composta da Dio Padre, dal suo Figliuolo Gesù Cristo, e dallo Spirito Santo. Questa dottrina viene comunemente denominata la dottrina della Trinità ed è una dottrina molto importante che nel passato fu attaccata ed è tuttora attaccata da molte sètte, e possiamo dire è alla base della nostra fede. Prima di passare a dimostrare la Trinità con le Scritture voglio dire qualche parola su questo termine non presente nelle sacre Scritture. Il termine Trinità deriva dal latino Trinitas che significa ‘la riunione di tre’, una parola coniata da Tertulliano di Cartagine (uno dei cosiddetti padri della Chiesa), alla fine del secondo secolo dopo Cristo, per illustrare il concetto che la Divinità è composta da Tre persone divine, ossia il Padre, il Figliuolo e lo Spirito Santo. Il fatto dunque che la parola Trinità non sia presente nelle Scritture è relativo, perché come abbiamo già visto e come vedremo meglio fra poco il concetto di un Dio trino è abbondantemente presente nelle Scritture. Per fare un paragone con il nome di un’altra dottrina biblica non presente (il nome) nella Bibbia è come dire che nella Bibbia quantunque non sia presente l’espressione ‘l’immortalità dell’anima’ vi è chiaramente presente il concetto dell’immortalità dell’anima. E così nella Bibbia quantunque non ci sia la parola Trinità c’è il concetto della Trinità. Continua a leggere

Il battesimo con lo Spirito Santo

Il battesimo con lo Spirito Santo

2014846_univ_lsr_lgLa promessa dello Spirito fatta dal Padre e confermata dal Figlio

Gesù Cristo dopo essere risuscitato dai morti apparve ai suoi discepoli, e si fece vedere da loro per quaranta giorni. E poco prima di essere assunto in cielo alla destra di Dio, ordinò agli apostoli “di non dipartirsi da Gerusalemme, ma di aspettarvi il compimento della promessa del Padre, la quale, egli disse, avete udita da me. Poiché Giovanni battezzò sì con acqua, ma voi sarete battezzati con lo Spirito Santo fra non molti giorni” (Atti 1:4,5). Quindi Egli per promessa del Padre intese il battesimo con lo Spirito Santo. Vediamo quindi di spiegare cosa aveva promesso Dio, quale era questa sua promessa al fine di capire bene il battesimo con lo Spirito Santo. Dio, sotto l’antico patto, aveva detto che sarebbero venuti i giorni nei quali Egli avrebbe sparso lo Spirito Santo sopra la casa d’Israele, infatti Egli disse mediante Isaia ad Israele: “Ascolta…o Israele, che io ho scelto!…io spanderò il mio Spirito sulla tua progenie” (Is. 44:1,3). Continua a leggere