SIAMO STATI NOI A CREDERE, (Libero Arbitrio) O CREDERE PROCEDE DA DIO?

SIAMO STATI NOI A CREDERE, (Libero Arbitrio) O CREDERE PROCEDE DA DIO?

Leggiamo cosa dice in merito l’Apostolo Paolo, agli Efesini.

E voi pure ha vivificati, voi ch’eravate morti ne’ vostri falli e ne’ vostri peccati, 2 ai quali un tempo vi abbandonaste seguendo l’andazzo di questo mondo, seguendo il principe della potestà dell’aria, di quello spirito che opera al presente negli uomini ribelli; 3 nel numero dei quali noi tutti pure, immersi nelle nostre concupiscenze carnali, siamo vissuti altra volta ubbidendo alle voglie della carne e dei pensieri, ed eravamo per natura figliuoli d’ira, come gli altri. 4 Ma Dio, che è ricco in misericordia, per il grande amore del quale ci ha amati, 5 anche quand’eravamo morti nei falli, ci ha vivificati con Cristo (egli è per grazia che siete stati salvati), 6 e ci ha risuscitati con lui e con lui ci ha fatti sedere ne’ luoghi celesti in Cristo Gesù, 7 per mostrare nelle età a venire l’immensa ricchezza della sua grazia, nella benignità ch’Egli ha avuta per noi in Cristo Gesù. 8 Poiché gli è per grazia che voi siete stati salvati, mediante la fede; e ciò non vien da voi; è il dono di Dio. 9 Non è in virtù d’opere, affinché niuno si glori;10 perché noi siamo fattura di lui, essendo stati creati in Cristo Gesù per le buone opere, le quali Iddio ha innanzi preparate affinché le pratichiamo.” (Efesini 2:1-10) Continua a leggere

Annunci

IN QUALE GIORNO GESU’ MORI’ E QUANDO RISUSCITO’?

IN QUALE GIORNO GESU’ MORI’ E QUANDO RISUSCITO’?

Prima di iniziare ricordiamoci che, per noi le giornate di ventiquattro ore si contano dalla mezzanotte alla mezzanotte. Mentre in Israele, in quel tempo, le giornate si contavano dal tramonto al tramonto. Ora, per poter comprendere bene in quale giorno Gesù morì, e quando è risuscitato, leggiamo nelle scritture, dove vengono riportati i fatti. Dobbiamo anche tenere in mente che: Il primo giorno della settimana in Israele è Domenica NON Lunedì.

Cominciamo con la sua risurrezione: Continua a leggere