NESSUN RAPIMENTO SEGRETO DELLA CHIESA, PRIMA DELLA GRANDE TRIBOLAZIONE

Nessun rapimento segreto della chiesa, PRIMA della Grande Tribolazione. Perchè?

Perchè se fosse vero che la chiesa verrebbe rapita, in segreto, PRIMA della Grande Tribolazione, servirebbero TRE RISURREZIONI. Invece le Scritture parlano SOLO di DUE risurrezioni. Una dei giusti e una degli ingiusti.

Piccola premessa: Concentro questo breve scritto sulla PRIMA risurrezione che è quella che interessa ai credenti che attendono il ritorno del Salvatore Gesù cristo. La SECONDA risurrezione, come è noto quasi a tutti, si tratta del Giudizio Universale che avverrà DOPO che Gesù Cristo regnerà sulla terra per mille anni, insieme alla chiesa (Millennio). Infatti nella SECONDA risurrezione avverrà che, uomini e donne malvagi di tutti i tempi, saranno risuscitati con i loro corpi, per essere giudicati secondo le loro opere. Chi NON sarà trovato scritto nel libro della vita sarà gettato nello stagno di fuoco, per l’eternità: “Poi vidi un gran trono bianco e Colui che vi sedeva sopra, dalla cui presenza fuggiron terra e cielo; e Continua a leggere

GESU’ CRISTO E’ IL MESSIA PROMESSO DA DIO – NON ASPETTIAMO ALTRI!

GESU’ CRISTO E’ IL MESSIA PROMESSO DA DIO – NON ASPETTIAMO ALTRI!

Ci sono tanti passi nelle scritture che provano che il MESSIA promesso a Israele è Gesù Cristo. Infatti alcune PROFEZIE, che annunziavano la venuta, la nascita e vita del Messia, si SONO ADEMPIUTE CON LA NASCITA, VITA E MORTE DI GESU’ CRISTO. Leggiamo:

1) PROFEZIA:Isaia 7:15,16 “Perciò il Signore stesso vi darà un segno: Ecco, la giovane concepirà, partorirà un figliuolo, e gli porrà nome Emmanuele.”

ADEMPIMENTO: Matteo 1:18-23Or la nascita di Gesù Cristo avvenne in questo modo. Maria, sua madre, era stata promessa sposa a Giuseppe; e prima che fossero venuti a stare insieme, si trovò incinta per virtù dello Spirito Santo.19 E Giuseppe, suo marito, essendo uomo giusto e non volendo esporla ad infamia, si propose di lasciarla occultamente. 20 Ma mentre avea queste cose nell’animo, ecco che un angelo del Signore gli apparve in sogno, dicendo: Giuseppe, figliuol di Davide, non temere di prender teco Maria tua moglie; perché ciò che in lei è generato, è dallo Spirito Santo. 21 Ed ella partorirà un figliuolo, e tu gli porrai nome Gesù, perché è lui che salverà il suo popolo dai loro peccati. 22 Or tutto ciò avvenne, affinché si adempiesse quello che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta: 23 Ecco, la vergine sarà incinta e partorirà un figliuolo, al quale sarà posto nome Emmanuele, che, interpretato, vuol dire: “Iddio con noi”. Vedi anche (Luca1:31-34) Continua a leggere

La storia di Gesù di Nazareth, il Salvatore del mondo

“Poiché Iddio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figliuolo, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna. 17 Infatti Iddio non ha mandato il suo Figliuolo nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. 18 Chi crede in lui non è giudicato; chi non crede è già giudicato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figliuol di Dio.” ( Giovanni 3:16-18)

La storia di Gesù di Nazareth, il Salvatore del mondo

MINOLTA DIGITAL CAMERA

Ai giorni dell’imperatore Cesare Augusto, una giovane vergine di Nazareth (una cittadina della Galilea) che era stata promessa sposa a Giuseppe, figlio di Giacobbe, che era della casa di Davide, ricevette la visita di un santo angelo di Dio il quale le preannunziò che ella avrebbe concepito e partorito un figlio che sarebbe stato grande e sarebbe stato chiamato Figlio dell’Altissimo; il suo nome sarebbe stato Gesù. A lui Dio avrebbe dato il regno di Davide suo padre ed Egli avrebbe dominato su Israele in eterno. Maria, questo il nome della giovane vergine, sentendo dirgli quelle parole chiese come avrebbe potuto avvenire tutto ciò dato che lei non conosceva uomo; e l’angelo le rispose che lo Spirito Santo sarebbe venuto sopra di lei, e la potenza di Dio l’avrebbe coperta della sua ombra, per cui il santo che sarebbe nato sarebbe stato chiamato Figliuolo di Dio. Al che Maria rispose all’angelo che le fosse fatto secondo la sua parola perché lei si dichiarava l’ancella del Signore. Continua a leggere

Non tutti morremo, ma tutti saremo mutati

Non tutti morremo, ma tutti saremo mutati

Non tutti morremo

Al ritorno di Gesù Cristo avrà luogo la resurrezione dei morti in Cristo e il mutamento di coloro che saranno trovati viventi

A proposito della resurrezione dei credenti Paolo dice ai santi di Corinto che “in Cristo saran tutti vivificati; ma ciascuno nel suo proprio ordine; Cristo, la primizia; poi quelli che son di Cristo, alla sua venuta” (1 Cor. 15:22-23), ed ai santi di Tessalonica: “Il Signore stesso, con potente grido, con voce d’arcangelo e con la tromba di Dio, scenderà dal cielo,e i morti in Cristo risusciteranno i primi…” (1 Tess. 4:16). Tra i morti in Cristo che risorgeranno ci saranno anche le anime di coloro che sono stati decollati (decapitati) per la testimonianza di Gesù e per la parola di Dio e di quelli che non hanno adorata la bestia né la sua immagine e non hanno preso il marchio sulla loro fronte e sulla loro mano (cfr. Ap. 20:4).

A proposito invece del mutamento dei viventi sempre Paolo dice ai Tessalonicesi: “… poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo insiem con loro rapiti sulle nuvole, a incontrare il Signore nell’aria; e così saremo sempre col Signore” (1 Tess. 4:17). Continua a leggere